Stefania Minutaglio (‘Lady HellHeaven’)

Gallery Owner, Art Dealer. Member of UEEA (Unione Europea Esperti d’Arte). Member of the Selection Committee of ArtRooms London, Seul.

Dancer, performer. Member of WADF (World Artistic Dance Federation) and CID (Conseil International de la Danse – UNESCO) in Paris.

ladyHellHeaven

Lady HellHeaven’ is an atypical professional to the crossroad of manifold experiences in balance among institutionalism and nonconformism, in which the different worlds of visual and performing arts meet and coexist.

Lady HellHeaven’ è una figura atipica, al crocevia di molteplici esperienze lavorative e personali in bilico tra istituzionalità e anticonformismo, in cui si incontrano e convivono i diversi mondi delle arti visive e performative.

Her professional history begins with a degree in Modern Art with honors at the chair of Prof. Maurizio Calvesi at Sapienza University of Rome. Correlator of her thesis is Claudio Strinati, illustrious art historian and Superintendent for the Capitoline Museums. For a short time Stefania run seminars at the Chair of Art Criticism at La Tuscia University in Viterbo with Prof. Sergio Rossi.
After some collaborations with the scientific commettee of important exhibitions (among others: ‘Scienza e miracoli nell’arte del Seicento. Alle origini della medicina moderna’, Roma, Palazzo di Venezia, 1998) she turns her interest to performing arts, dealing full time with experimental and avantgarde theater and dance under the name of Omari Tessala Marax.

La sua storia professionale inizia con la laurea in storia dell’arte moderna, con il massimo dei voti, presso la cattedra del Prof. Maurizio Calvesi alla Sapienza di Roma. Correlatore della sua tesi è Claudio Strinati, illustre storico dell’arte e soprintendente per il Polo museale della Capitale. Per un breve periodo, Stefania conduce con il Prof. Sergio Rossi i seminari presso la Cattedra di Critica d’Arte all’Università della Tuscia di Viterbo.
Dopo alcune collaborazioni alla segreteria scientifica di importanti mostre (si ricorda, tra le altre: ‘Scienza e miracoli nell’arte del Seicento. Alle origini della medicina moderna’, Roma, Palazzo di Venezia, 1998) volge il suo interesse alle arti performative, occupandosi a tempo pieno di teatro e danza sperimentale e di avanguardia sotto il nome di Omari Tessala Marax.

omari

Her career as a dancer, teacher and performer knows important achievements until 2017 with the staging and direction of the pièce “Fra menti e danza” at Teatro di Villa Torlonia in Rome, in collaboration with Iskandar Dance Company and Suraya Hilal Dance Company (UK).
Stefania’s innate vocation for experimentation leads her to elaborate a personal synthesis between choreutical languages ​​giving life to Danse Libre: a hybrid form in which the spirit of butoh coexists with a European sensibility, filtered by the legacy of historical avantgardes and German expressionism (Mary Wigman in first).
She is also the creator of the Belly Zen © method, to which she dedicated a recent publishing.
Since 2014 Stefania has been a regular member of WADF (World Artistic Dance Federation) and CID (Conseil International de la Danse – UNESCO) in Paris.

La sua carriera di danzatrice, insegnante e performer tra arti visive, musica elettronica e teatro performativo conosce importanti traguardi, che culminano nel 2017 con l’allestimento e la regia della pièce “Fra menti e danza” al Teatro di Villa Torlonia in Roma, in collaborazione con Iskandar Dance Company e Suraya Hilal Dance Company (UK).
La sua innata vocazione per la sperimentazione la conduce ad elaborare una personale sintesi tra linguaggi coreutici dando vita alla Danse Libre: una forma ibrida in cui convive lo spirito del butoh con la sensibilità europea, filtrata dal retaggio delle avanguardie storiche e dell’espressionismo tedesco (Mary Wigman in primis).
È inoltre creatrice del metodo Belly Zen© (Danza del Ventre bioenergetico-emozionale), a cui ha dedicato una recente pubblicazione.
Dal 2014 è membro Ordinario WADF (World Artistic Dance Federation) e CID (Conseil International de la Danse – UNESCO).

Starting from 2017 Stefania returns on visual arts. She opens 11 [HellHeaven] Art Gallery focusing on visual and performative art in the specific avant-garde segment. Among the numerous projects she presented in Italy and Europe during the year, BeDifferent Art Show sees an extraordinary public recognition in Venice during the finissage of 57th Biennale. In 2018, 11 [HellHeaven] is on the Sponsors’ Board for ‘Borghi of Italy – No(F)earthquake“, a Collateral Event of 16.Biennale Architettura in Venice featuring ‘Albero Sonico’ by the artist Marco Guglielmi Reimmortal.
In 2018 11 [HellHeaven] acquires Ars Perpetua 111 and settles in the historical art gallery of via dei Coronari in Rome.
For the future Stefania foresees a new participation in Biennale di Venezia and the consolidation on the international scene of the artists she representes in the main art fairs, starting from Miami Art Week this December.
Since 2018 she is in the Selection Committee of ArtRooms in London and Seul.

A partire dal 2017 Stefania torna ad occuparsi di arti visive, fondando 11 [HellHeaven] con il preciso scopo di produrre allestimenti di arte visiva e performativa nello specifico segmento avantgarde. Tra i numerosi progetti presentati in Italia e in Europa nel corso dell’anno, il BeDifferent Art Show vede uno straordinario riconoscimento di pubblico a Venezia in concomitanza con il finissage della 57a Biennale. Nel 2018, 11 [ HellHeaven ] è tra i Main Sponsors di Borghi of Italy – No(F)earthquake“, Evento Collaterale della 16. Biennale Architettura in Venzia, dove presenta ‘Albero Sonico’ di Marco Guglielmi Reimmortal.
Sempre nel 2018, 11 [HellHeaven] acquisisce Ars Perpetua 111 e occupa gli storici locali di Via dei Coronari in Roma.

Per il futuro prevede una nuova partecipazione alla Biennale di Venezia e il consolidamento sulla scena internazionale degli artisti da lei rappresentati nelle principali fiere, annunciando l’ingresso di 11 [HellHeaven] alla Miami Art Week 2018. A partire dal 2018 fa parte della commissione giudicatrice per le edizioni di Londra e Seul di ArtRooms.